Scientology

Se da una parte Scientology continua a crescere in tutto il mondo, al contempo sale l’allarme per un fenomeno difficile da inquadrare. La radicalità delle posizioni dei favorevoli e dei contrari rivela la natura composita di un movimento che, nel bene e nel male, risulta strettamente legato alla società moderna.

TESI FAVOREVOLI

TESI CONTRARIE

01 - Scientology è a tutti gli effetti una religione

Scientology ha i requisiti per essere riconosciuta come religione, come dimostrano numerosi studi. Tale status è riconosciuto solo in alcuni paesi, ad esempio, l’Ente per le Imposte Dirette degli Stati Uniti (IRS), nell’ottobre del 1993, ha concesso il pieno riconoscimento religioso con conseguente esenzione dalle imposte a tutte le chiese di Scientology situate negli Stati Uniti.

Nonostante i membri di Scientology insistano nell’affermare che il movimento è una religione, studi dimostrano come si tratta di una setta con caratteristiche da multinazionale milionaria. L’aspetto religioso è solo una parte, affiancato da commistioni politiche, commerciali e velleità pseudo scientifiche. La componente religiosa risulta secondaria e asservita agli interessi del gruppo.

02 - Scientology è un’organizzazione religiosa apolitica, fondata sui princìpi dell’uguaglianza e della democrazia

Sebbene sia un’organizzazione non politica, nell’opera di Hubbard sono riportate idee che prefigurano una società democratica e libertaria fondata sull’uguaglianza sociale, sui diritti civili e su uno spirito genuinamente egalitario. Scientology ha sostenuto la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani al fine di diffondere una maggiore consapevolezza sui 30 diritti inalienabili.

Scientology rappresenta un vero pericolo per le istituzioni democratiche, essendo portatore di una visione totalitaria, in contrasto con la maggior parte delle carte costituzionali dei paesi occidentali. Aderire a una simile struttura verticistica e assolutista significa porsi in antitesi a una visione democratica della società.

03 - Scientology rischia di determinare la marginalizzazione dei soggetti coinvolti, andando a colpire in particolare la rete sociale e i rapporti familiari

Scientology e Dianetics svolgono un ruolo importante nel mondo del sociale, con programmi d’intervento dedicati alle famiglie, agli emarginati, alle scuole e ai giovani in difficoltà. Grazie al suo impegno nel sociale, la Chiesa di Scientology ha ricevuto importanti riconoscimenti. Il più significativo è sicuramente l’encomio ufficiale del presidente degli Stati, Uniti Bill Clinton, del 1996.

Scientology esercita un forte controllo sulle scelte individuali, condizionando i rapporti sociali e arrivando in molti casi a determinare un vero isolamento, con conseguente disgregazione della rete di relazioni famigliari e amicali.

04 - Scientology tratta problemi e disturbi mentali attraverso strumenti non conformi e non riconosciuti dalla comunità scientifica

Ron Hubbard afferma: “una psicoterapia efficace non è mai esistita […] e il risultato è una popolazione di tossicodipendenti. Dianetics è stata ideata per raggiungere su larga scala l’equilibrio mentale a basso costo. È l’unica tecnologia mentale completamente confermata da test effettivi. È rapida. È efficace. I servizi sanitari dovrebbero contribuire a diffonderne l’uso su ampia scala”.

Scientology e Dianetics si occupano di problemi psicologici e in particolare delle dipendenze da alcol e droghe. I critici sottolineano l’utilizzo di tecniche terapeutiche da parte di persone prive di titoli, che causano abusi e forme di manipolazione psicologica.