Armi, utilizzo per legittima difesa

FAVOREVOLE O CONTRARIO?

PRO\VERSI

La questione riguardante l'uso di armi per legittima difesa è una tema molto dibattuto nell'ambito della sicurezza nazionale. In particolare, si discute se la difesa personale vada sempre e comunque considerata legittima nei casi in cui viene invasa la proprietà privata o viene minata la sicurezza dei propri cari o se piuttosto i casi vadano distinti e valutati singolarmente dai giudici. Un altro argomento riguarda gli effetti sulla popolazione: legittimare sempre e comunque l'uso delle armi da fuoco per la difesa personale potrebbe incrementare l'accadimento di episodi violenti oppure incrementare il livello di sicurezza.

no-image
 
01

La Legge deve tutelare il cittadino che usa armi per proteggersi, considerando legittima ogni sua difesa della proprietà privata e dei propri cari

FAVOREVOLE

La Legge deve favorire il possesso di armi da fuoco e cancellare il reato di eccesso di legittima difesa per andare incontro ai cittadini che difendono la proprietà privata, la propria incolumità e quella dei propri cari. Il domicilio, la proprietà privata, così come l'incolumità delle persone che vi abitano, rientrano nel principio del diritto naturale prima ancora della legittima difesa. È giusto conservare la proporzionalità tra minaccia e difesa, ma bisogna considerare che la maggior parte dei cittadini che si trovano costretti a dover fronteggiare una minaccia, non hanno alcuna esperienza né addestramento a riguardo, e devono reagire in situazioni di stress e in pochi secondi, senza la lucidità necessaria. Bisogna dunque partire dal presupposto che ci deve sempre essere una presunzione assoluta di legittima difesa. È inoltre impossibile che la valutazione rispetto a una difesa proporzionata o meno dipenda dalla discrezionalità dei magistrati, che sul tema possono avere sensibilità differenti. Non bisogna altresì criminalizzare il possesso di armi da fuoco: l'arma da fuoco è solo un oggetto, tutto dipende dall'uso che se ne fa, dalla volontà, dall'intelligenza e dalle intenzioni del proprietario.

CONTRARIO

È impossibile far corrispondere a ogni fatto una pena predeterminata, giacché sta al giudice valutare e discriminare caso per caso. Il giudizio del magistrato è sempre necessario e non si può prescindere da esso. La difesa non è sempre legittima, e va punita nei casi in cui la reazione non è proporzionata al reato. Quest'ultimo, quello della proporzione tra minaccia e reazione, è un principio-caposaldo dello Stato di diritto. La soluzione non è nel dare maggiore “libertà” di difesa ai cittadini (introducendo il principio secondo cui la difesa è sempre e comunque legittima, facilitando l'accesso al porto d'armi e incoraggiando il possesso di armi da fuoco) ma rinforzare i corpi delle forze dell'ordine e la Magistratura.

 
02

Legittimare ogni difesa personale e incentivare il possesso di armi per difendersi garantirebbe una maggiore sicurezza ai cittadini e scoraggerebbe i criminali

FAVOREVOLE

La delinquenza è cambiata. A quella storica se ne è aggiunta una più violenta e spietata. Il livello di rapine e di insicurezza in generale è eccessivo e ingestibile da parte delle sole forze dell'ordine, dunque tutelare il cittadino nei casi di legittima difesa e favorirne l'accesso al porto d'armi a tale scopo non creerebbe nessuna corsa alle armi né situazioni da Far West ma anzi garantirebbe un maggiore senso di sicurezza all'intera popolazione e scoraggerebbe tutte quelle azioni criminose che vanno a minare la proprietà privata e l'incolumità delle persone. Nessuno, in Italia seguirà il modello americano della corsa alle armi. Bisogna solo permettere al cittadino di difendersi.

CONTRARIO

Considerare ogni difesa legittima e favorire l'accesso al porto d'armi ai cittadini avrebbe effetti ben peggiori di quelli auspicati: non solo più morti fra i criminali, ma anche tra gli aggrediti, in quanto gli assalitori passerebbero all'uso delle armi per primi, per timore di essere colpiti. È violenza politica fare leva sulle paure e sullo scontento della popolazione, generando un clima di tensione e incentivando la violenza e la corsa alle armi da fuoco. Il modello americano dovrebbe essere un monito: un paese in cui la cultura del possesso delle armi da fuoco ha prodotto più crimini e più violenza. Per non parlare del rischio che reati commessi in famiglia (come ad es. il femminicidio) o banali liti familiari o di condominio possano sfociare in tragedia.

  • Armi, utilizzo per legittima difesa

    PRO\VERSI

    € 1,90

Loading…
Loading…
Loading…
Grazie per la tua opinione
Condividi e fai conoscere la tua opinione
Loading…