Opus Dei

FAVOREVOLE O CONTRARIO?

PRO\VERSI

Centrale nel dibattito religioso e sociale del nostro paese, l'Opus Dei (Opera di Dio) viene fondata il 2 ottobre 1928 da Josemaría Escrivá Balaguer, ottiene lo status di prelatura personale in forza della costituzione apostolica Ut sit del 1982 ed è retta dagli Statuti emanati da Giovanni Paolo II nello stesso anno.
Riguardo le finalità dell'Opus Dei, se in molti sostengono che la sua dottrina rispecchi appieno quella della Chiesa cattolica, con particolare attenzione alla formazione dei giovani in campo religioso e civile, secondo altri, l'opera dell'Opus Dei scade piuttosto nel fondamentalismo religioso, con caratteristiche manipolatorie nei confronti dei suoi adepti.
Riguardo la struttura organizzativa e i rapporti con la politica, se per molti l'Opus Dei ha una struttura organizzativa trasparente e ben definita in accordo con la Chiesa e i suoi adepti sono inseriti all'interno della società secondo il principio della spiritualità del lavoro, secondo altri l'organizzazione ha caratteristiche massoniche e i suoi adepti mirano a scalare i vertici del potere.

 
01

L'Opus Dei richiama il fondamentalismo religioso e utilizza pratiche manipolatorie sui suoi adepti, causando loro disagi fisici e psicologici

FAVOREVOLE

Non c'è alcuna differenza tra la dottrina insegnata dall'Opus Dei e quella della Chiesa cattolica. Lo scopo primario dell'Opus Dei è quello dell'apostolizzazione del mondo, ma l'originalità risiede nel fine: l'idea di santificare per la prima volta il cristiano nel mondo, il laico, dando maggiore considerazione allo stato universale del cristiano sic et simpliciter.
L'Opus Dei, inoltre, svolge un importante ruolo per la formazione dei ragazzi, attraverso importanti centri (ad es. a Roma: il centro Elis; l'Università Campus Biomedico)
Le accuse rivolte all'Opus Dei da parte degli ex adepti sono assolutamente inaccettabili dal punto di vista analitico. Bisogna tenere conto delle testimonianze di coloro che ripudiano la Prelatura personale, ma esattamente come i magistrati non basano i processi esclusivamente sulle testimonianze dei pentiti: nessuno studio scientifico serio si fonderebbe mai esclusivamente sulle testimonianze degli ex adepti.

CONTRARIO

Le pratiche dell'Opus Dei richiamano il fondamentalismo religioso e pratiche manipolatorie soprattutto nei confronti dei più giovani, in età delicatissima per lo sviluppo e privi degli strumenti per difendersi dalle sottili strategie psicologiche messe in atto. Avvicinarsi all'Opus Dei comporta per l'individuo il serio pericolo di una destrutturazione, ovvero di una privazione dei punti di riferimento ereditati dalla propria famiglia o ambiente sociale. Più in generale, ricorrendo all'accusa di “disobbedienza spirituale”, i direttori dell'Opera tendono a scoraggiare i fedeli (sia giovani che adulti) dal porsi in modo dialettico nei confronti dell'autorità, attuando in tal modo una vera e propria manipolazione volta ad annullare ogni traccia di spirito critico nelle persone.
Tra gli ex membri diverse sono state le situazioni di disagio fisico e psicologico e i casi di ex-membri che sono dovuti ricorrere a cure psichiatriche o psicoterapeutiche per seguire una terapia di de-programmazione per riappropriarsi dell’identità perduta e uscire da forme usuranti di alienazione.

 
02

L'Opus Dei è una massoneria il cui scopo è quello di inserire i propri adepti tra le più importanti cariche imprenditoriali, statali e politiche

FAVOREVOLE

Lo scopo dell'Opus Dei va compreso nella sua dimensione religiosa e non al di fuori. Proprio perché viene rivalutata l'importanza del laico, l'apostolizzazione del mondo deve avvenire anche attraverso la spiritualità del lavoro (è più che accettabile che molti adepti ricoprano cariche prestigiose in ambito lavorativo piuttosto che nel mondo politico).
Non è un movimento e neppure una congregazione religiosa, ma una Prelatura personale della Chiesa cattolica, una sorta di diocesi senza territorio, a cui i membri sono soggetti per quanto riguarda la loro vita spirituale, mentre per ogni altro aspetto rimangono soggetti al vescovo diocesano.
Gli statuti, contrariamente a una diffusa mitologia, sono pubblici e acquistabili in qualunque libreria.
Infine, per quanto riguarda le accuse di collaborazionismo col regime franchista, va precisato che se è vero che, nell'esercizio della loro libertà di scelta, alcuni membri dell'Opus Dei sono stati ministri in alcuni governi del regime, è altrettanto vero che altri membri hanno fatto parte di organizzazioni politiche di segno diverso e hanno scritto su giornali di opposizione.

CONTRARIO

Il carattere massonico dell'Opus Dei è reso evidente dal fatto che i suoi adepti ricoprono importanti cariche in ambito imprenditoriale e politico. A ciò va aggiunto il fatto che la struttura organizzativa dell'organizzazione rimane oscura, che gli statuti non sono mai stati presentati ad alcun vescovo e che il sorgere di un vero e proprio popolo della Prelatura, come si è poi verificato, non era previsto in alcun modo dal Concilio Vaticano.
In Spagna, in particolare, il carattere massonico del movimento è chiaro fin dai tempi della dittatura di Franco, laddove membri dell'Opus Dei hanno allacciato rapporti stretti di potere col regime.

  • Opus Dei

    PRO\VERSI

    € 1,90

Loading…
Loading…
Loading…
Grazie per la tua opinione
Condividi e fai conoscere la tua opinione
Loading…