VAR (Video Assistenza Arbitrale)

FAVOREVOLE O CONTRARIO?

PRO\VERSI

Il VAR è la nuova tecnologia che il campionato di calcio italiano e tedesco stanno sperimentando in vista del Mondiale di Russia del 2018. Consiste nella cosiddetta moviola in campo, che consente di analizzare, tramite l’ausilio di monitor, gli episodi più controversi di una partita. Uno strumento che aiuta l’arbitro nelle sue decisioni, alla quale si può fare appello solo in alcuni casi stabiliti dal protocollo emanato dalla FIFA. Un intervento innovativo che però trova diversi oppositori che denunciano un’idea di calcio sempre meno umano. Con l’introduzione del VAR gli errori diminuiscono, ma possono diventare più eclatanti, il tempo di un match si dilata per garantire maggiore giustizia: in generale siamo davanti ad un nuovo modo di concepire il calcio. Una variante che ha acceso il dibattito in Italia e in Europa.

no-image

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

STADIO DELLA ROMA

 
01

Il VAR impedisce di riconosce il giusto merito degli arbitri

FAVOREVOLE

Il VAR è uno strumento che va perfezionato ma che non oscura l’arbitro. La tecnologia lo affianca e riconosce ancora il merito di chi sa utilizzarlo nel modo e coi tempi giusti.

CONTRARIO

Bisogna riconoscere il merito e capire che l’errore non è solo comprensibile ma anche umano. Il VAR può essere utilizzato solo per le scelte oggettive, chiare e univoche.

 
02

Il VAR è ben visto dagli addetti ai lavori e trova concordi arbitri, presidenti, allenatori e calciatori

FAVOREVOLE

L’applicazione del VAR in campo consegna un quadro molto positivo che soddisfa gli addetti ai lavori. Gli arbitri si sentono a proprio agio con un aiuto concreto da poter interpellare. Allenatori, presidenti e calciatori hanno compreso l’importanza del progresso.

CONTRARIO

Il VAR presenta ancora parecchi problemi pratici e non soddisfa appieno gli addetti ai lavori. Non tiene conto delle dinamiche dettate da una sfida di campo e rischia di accentuare ancor di più lo spauracchio della malafede degli arbitri.

 
03

Il VAR incide in maniera significativa sui tempi di gara

FAVOREVOLE

Nel rapporto costi-benefici il VAR si è rivelata una scelta vincente che non ha compromesso la durata delle partite e che consente all’arbitro di intervenire in maniera mirata solo su alcuni episodi.

CONTRARIO

L’introduzione del VAR porta ad un’interruzione continua della partita, gli arbitri non si sono ancora adattati e perdono troppo tempo per pervenire a una decisione. La tecnologia deve essere limitata in quantità e devono essere maggiormente circoscritti i casi in cui può essere richiamata.

 
04

Il calcio, al pari di altri sport, deve aprirsi alle novità e alla moviola in campo

FAVOREVOLE

La moviola in campo è un’esigenza avvertita da tempo dal mondo del calcio, uno stimolo a far meglio per gli arbitri italiani, da sempre considerati i migliori d’Europa. I protagonisti stanno reagendo molto bene alla sperimentazione e hanno bruciato tutti i tempi previsti.

CONTRARIO

Il VAR non è una novità assoluta ed ha già fallito laddove ha rallentato ritmi da sempre veloci e spettacolari del calcio. Si assiste a un non-miglioramento, a una tecnologia che non è sinonimo di progresso. È un cambiamento in negativo per l’intero sistema.

 
05

Il VAR garantisce maggiore giustizia e rassicura i tifosi

FAVOREVOLE

Uno strumento che riduce al minimo l’errore e che attenua la fallibilità dell’arbitro non può non essere sfruttato nel calcio di oggi, pieno di interessi economici. I tifosi si sentono tutelati, soprattutto quelli delle squadre più piccole e, in generale, gli appassionati di calcio sono tornati ad affollare gli stadi. Viene così ridotta la sudditanza psicologica verso le grandi squadre.

CONTRARIO

Il VAR azzera le emozioni e consegna alla gente un calcio asettico che, peraltro, non sarà esente da errori e polemiche. La strada più corretta è l’educazione all’errore di tifosi e addetti ai lavori, contro la logica del sospetto che ha condizionato, specie negli ultimi anni, l’intero sistema.

 
06

L’Italia è il primo paese ad adottare con ottimi risultati il VAR, un vanto a livello europeo

FAVOREVOLE

Italia e Germania sono gli unici due Paesi ad aver accettato l’utilizzo del VAR nei propri campionati maggiori. Una sensibilità importante verso la ricerca della giustizia e della tecnologia a servizio di arbitri e tifosi.

CONTRARIO

Sono diversi i Paesi che non hanno accettato l’utilizzo del VAR e che non si sono piegati all’avvento della tecnologia nel calcio. L’arbitro e l’errore sono parte del gioco e devono rimanere protagonisti dello sport. Non si può accondiscendere a una robotizzazione del sistema.

 
07

Il VAR mantiene intatta la libertà degli arbitri e garantisce un maggior grado di sicurezza nella decisioni

FAVOREVOLE

Il Var consente agli arbitri di dirigere la gara con maggiore serenità e diminuisce in maniera drastica il loro grado di fallibilità. L’intero mondo del calcio beneficia della riduzione delle polemiche e cresce trasparenza e giustizia.

CONTRARIO

Il Var limita notevolmente il raggio d’azione degli arbitri e li deresponsabilizza, riducendoli a meri esecutori di una procedura ormai tecnologica e robotizzata.

Loading…
Loading…
Loading…
Grazie per la tua opinione
Condividi e fai conoscere la tua opinione
Loading…